NewsLetter:


*!*

Login:

 Login (eMail):
Password:

Join I tell you an Italian recipe:


Not yet one of us?
ops, I forgot my password!

Ingredients

500 g farina 00
150 ml vino bianco
150 ml olio extravergine di oliva
10 g sale
aromi: semi di finocchio, paprika piccante, rosmarino



Taralli pugliesi


Deliziosie e sfiziose ciambelline croccanti, ideali per aperitivi e snack


recipe given by our chef at .


ricetta immagine
These ingredients are able to feed: 20persons Taralli pugliesi

Procedure

Mettete in una ciotola capiente la farina, aggiungete il sale, l’olio e il vino e impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Infine aggiungere l’aroma prescelto, potete dare sfoggio a tutta la vostra fantasia, potete mettere i semi di finocchio, il rosmarino, la paprika, il peperoncino, il pepe, i semi di sesamo etc. Noi li abbiamo preparati con i semi di finocchio, il rosmarino e la paprika
Una volta ottenuto l’impasto lasciatelo riposare in frigo per circa mezz’ora, trascorso questo tempo, tiratelo fuori e sfinatelo fino ad ottenere un filoncino di 1,5 cm di spessore, tagliate quindi dei bastoncini di circa 5 cm (circa 8 g) e sfinateli ulteriormente raggiungendo una lunghezza di 8 cm e uno spessore di 1 cm, quindi unite le estremità formando la ciambellina. A dir la verità questi sono i tarallini, per i veri e propri taralli pugliesi le dimensioni sono diverse, ovviamente la preparazione dell’impasto non cambia, semplicemente realizzerete le ciambelle tagliando pezzi di pasta più grandi.
Una volta ottenuti i taralli, tuffateli in acqua bollente non salata per qualche minuto, appena salgono in superficie scolateli e metteteli su un canovaccio pulito a farli asciugare per circa una o due ore.
Quando questo tempo sistemateli in una teglia su un foglio di carta forno e fate cuocere per circa 30 minuti a 200°. Non devono colorire troppo, ma fate attenzione perché una cottura non completa vi darebbe dei taralli umidi all’interno e poco croccanti.
Una volta cotti i taralli si conservano per molto tempo, teneteli in barattoli di vetro possibilmente a chiusura ermetica.


I tell you this recipe

I taralli sono preparazioni tipiche del Sud Italia, nascono in Puglia ma sono diffusi anche in altre regioni come Basilicata, Molise, Calabria, Sicilia, Campania e Lazio. In alcune regioni i taralli e le loro varianti sono riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali come Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani (P.A.T.).
Si tratta di un impasto fatto con farina, olio extravergine di oliva, vino bianco, sale e aromi, tipicamente semi di finocchio, pepe e peperoncino, ma le varianti sono praticamente infinite… La caratteristica principale di questa preparazione è la doppia cottura, infatti le ciambelline vengono prima lessate in acqua e poi fatte cuocere al forno. Inoltre la peculiarità dei taralli pugliesi è che nell’impasto si impiega il vino e non l’acqua. Il risultato sono delle ciambelline molto croccanti e friabili, irresistibili, molto profumate anche senza aromi soprattutto se si usa un olio buono. I taralli sono adatti come aperitivo o come snack da sgranocchiare.

Taralli pugliesi

the nutritional

Ogni tarallino
Energia: 31,70 Kcal
Fibra alimentare totale: 0,13 g
Alcol: 0,15 g
Acqua: 2,06 g
Proteine totali: 0,55 g
Proteine animali: 0,00 g
Proteine vegetali: 0,55 g
Lipidi totali: 1,53 g
Lipidi animali: 0,00 g
Lipidi vegetali: 1,53 g
Colesterolo: 0,00 mg
Carboidrati disponibili: 3,90 g
Amido: 3,82 g
Zuccheri solubili: 0,09 g


 

words to remember

Taralli, taralli pugliesi, tarallini, tarallucci, prodotto da forno, Puglia, Salento, semi di finocchio, pepe, peperoncino, rosmarino, paprika, prodotti agroalimentari tradizionali italiani

eBook Free - ti racconto una ricetta di Sezze

Download Gratis

Tell a recipe to your friends

Facebook

Pinterest

+Google

find us on Google+

Twitter: tweet this recipe

 

Insert a comment

Name*: !** eMail*: !!**Not valid format

Control Code: 725  

Type the control code:
Comment:

Comments

Rikma Scrive: 02/08/2015

Thank you for the recipe and for the information. I've just returned from Puglia and I loved those "donuts" as you call them. I will amidiatly try them, to surprise my faimily.

Printing version of this recipe